La formidabile trollata delle focaccine dell’Esselunga

La formidabile trollata delle focaccine dell’Esselunga
Fenomenologia delle focaccine dell'Esselunga I tormentoni non fanno quasi più notizia in estate. Tutti tranne uno : "Le focaccine dell'Esselunga". Roba che rompe gli schemi ed è abbastanza sorprendente sotto molti aspetti. Il pezzo si è propagato come un virus attraverso Spotify e Youtube, arrivando al punto da destare l'attenzione anche dei quotidiani. Non si sa assolutamente niente di OEL, il producer che ha confezionato questo surreale tributo all'unto e al gusto del famoso prodotto da forno. La notizia in sé è nata quando il pezzo ha scalato la Top Viral Italia, la playlist dove Spotify raduna i brani a diffusione più rapida (non necessariamente i più ascoltati in streaming). OEL, con le sue focaccine da 100 kcal al pezzo, è balzato alla posizione numero uno nei giorni a cavallo tra fine giugno e inizio luglio. Ma cos'ha di particolare questa canzone? Diciamo subito che si tratta di una rievocazione della Trap (sottogenere del rap) in voga negli anni Novanta. In questa nicchia l'uso smodato di auto-tune e basse frequenze era messo al servizio di testi con scenari di malavita, ghetti, droga, sesso e altre amenità. A questo giro il misterioso OEL sovverte completamente i dettami del genere, e inizia una narrazione domestica: un giorno la mamma rientra in casa, ha qualcosa di strano con sé e... no, non è un panetto di cocaina, bensì le famigerate focaccine dell'Esselunga. Da li è un crescendo di complimenti, ai limiti del grottesco, alla [...]

Articoli correlati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>