La Sardegna lancia la sfida a Grana Padano e Parmigiano Reggiano: ecco il Gran Campidano

La cooperativa 3A, meglio nota come Arborea, compie 61 anni. Fondata nell’oristanese nel 1956 attualmente ha 226 aziende socie, 40.000 capi vaccini, e produce 200 milioni di litri di latte l’anno. Tutti conoscono il latte Arborea, gli yogurt, il burro, la panna, il fior di latte e la crescenza… Ad essi si è aggiunto il formaggio Gran Campidano, stagionato 14-15 mesi, come il Grana Padano e presto disponibile nei negozi gourmet e nei market sardi dell’Isola, in attesa di varcare il mar Tirreno e fare concorrenza ai suoi cugini, il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano. Il Gran Campidano, vaccino e a pasta dura, è disponibile in diverse pezzature, dalla forma intera di circa 38 kg, all'ottavo e a al quarto di forma, sino agli spicchi, ai cubetti in busta e alle buste del grattugiato. Gran Campidano deve il proprio nome alla zona di produzione, il Campidano di Oristano. Non deve stupire che in Sardegna, terra di formaggi da millenni, oltre ai formaggi ovini e caprini vi sia un’azienda che produce formaggi vaccini, perché già nel Medioevo i caciocavalli vaccini sardi sbarcavano nei migliori porti europei, come Barcellona, Marsiglia e Genova, pagati a peso d’oro. La caratteristica principale, importantissima, consiste nel fatto che si tratta di un formaggio vaccino al 100% sardo, quindi con una tracciabilità che non è solamente nazionale, ma addirittura regionale: il latte usato proviene solo da allevamenti sardi della cooperativa, quindi di un areale contenut[...]

Articoli correlati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>